Destinazioni,  Lazio,  Meraviglie della Natura

Grotte di Pastena, meraviglioso regalo della natura (Lazio)

Continua il nostro viaggio nel Lazio, in provincia di Frosinone, alla scoperta di uno stupendo regalo della natura: Le Grotte di Pastena.

Situate all’interno del parco naturale Monti Ausoni e Lago di Fondi, queste scenografiche formazioni sanno affascinare chiunque abbia la fortuna di ammirarle.

Il suggestivo ingresso, chiamato “inghiottitoio“, ci fa entrare in un mondo sotterraneo sorprendente, dove il continuo lavoro dell’acqua, ha dato, e continua a dar vita, ad un ambiente incredibile e inaspettato.

In esse si diramano due percorsi: uno riservato agli speleologi e uno consentito ai visitatori.

LA NOSTRA VISITA:

Grazie ad una simpatica ed esperta guida che ci accompagna, conosciamo alcune caratteristiche di questo luogo che sembra fatato.

Scoperte dal barone Carlo Franchetti nel 1926, divennero da subito un’attrazione turistica. In realtà la loro storia è millenaria. Si deduce, grazie ad alcuni reperti archeologici ritrovati tra le rocce e le creazioni carsiche, che in epoca preistorica, le grotte, furono scenario di rituali e sepolture, mentre in tempi meno remoti, fornirono alle persone un rifugio sicuro durante i conflitti.

La loro bellezza inoltre, ha affascinato non solo migliaia di turisti, ma anche diverse produzioni cinematografiche e televisive.

Scelte per girare alcune scene di noti film e recenti fiction, le possiamo riconoscere in “Sono un fenomeno paranormale” con Alberto Sordi e nella terza stagione di “Un passo dal cielo” con Terence Hill.

Scendiamo nella Sala Blu, dove scorgiamo la cascata, formata dal corso d’acqua che attraversa le grotte: il Fosso Mastro.

Continuiamo a camminare lungo il percorso che sembra irreale, attraversando sale modellate negli anni dal carsismo.

Proseguiamo verso la Sala dei Pipistrelli, delle Colonne, del Monte Calvario, sempre accompagnati, lungo tutto il tracciato, da sbalorditive stalattiti, stalagmiti e da qualche tipico, ma innocuo animaletto, abitante del posto.

La visita è breve, ma vale davvero la pena conoscere questo meraviglioso gioiello laziale, così ricco di storia, immerso nella rigogliosa natura della ciociaria.

Una sola raccomandazione: se pensate di fare un giro alle grotte in estate, non dimenticate di indossare, oltre a delle calzature adatte, una giacca o un key-way data la notevole differenza di temperatura tra ambiente esterno ed interno.

L’ingresso alle Grotte di Pastena è a pagamento. Per avere maggiori informazioni sugli orari di apertura e i prezzi visitate il sito ufficiale:

www.grottepastenacollepardo.it

NEI DINTORNI:

  • Aquino
  • Castro dei Volci
  • Cassino
  • Fondi
  • Grotte di Falvaterra
  • Frosinone

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *