Destinazioni,  Lazio

Lago del Turano, tra relax, pesca e folklore (Lazio)

Se avete deciso di passare qualche giorno in perfetta tranquillità, il Lago del Turano è proprio il posto giusto per voi!

Lontano dal turismo di massa è ancora conservato come luogo ideale per chi desidera relax, ma anche per le famiglie che vogliono passare una giornata lasciando giocare i bimbi all’aria aperta.

COSA VEDERE:

  • Borgo di Colle di Tora
  • Borgo di Castel di Tora
  • Spiagge del Lago
  • Borgo perduto di Antuni e Castello del Drago

IL NOSTRO WEEKEND AL LAGO DEL TURANO:

Noi abbiamo trascorso un fantastico ponte di primavera tra i borghi fanno da contorno alla luccicante acqua azzurra del lago.

I piccoli paesi di Colle e Castel di Tora, Paganico, Ascrea, con le loro piccole viuzze, ospitano numerose sagre già dall’inizio della bella stagione, dalla polenta al pesce, dalle castagne ai fiori… folklore, natura e storia in un solo posto.

Il lago artificiale è anche direttamente collegato attraverso una galleria sotterranea al lago del Salto, ed è creato grazie ad una diga che conduce a Stipes e al comprensorio Valleverde da cui si gode una splendida vista dall’alto.

Abbiamo passato una giornata sulle rive del lago, le fresche acque balneabili, basse sulla riva hanno reso davvero felici i bimbi che non vedevano l’ora di bagnarsi i piedi per poi giocare sui verdi prati e correre liberi e che anche per noi genitori sono l’ideale per godersi un po’ di sole, giocare a palla e fare un gustoso picnic… per i più avventurosi c’è anche la possibilità di noleggiare piccole imbarcazioni per fare un bel giro in canoa o in pedalò nella parte più interna del lago e per chi può, addirittura di pescare.

Molto interessante da visitare, solo su prenotazione all’associazione camminandocon (tutte le info su camminandocon.org), se avete bambini che amano camminare, è il borgo perduto di Antuni, dove si trovano i resti del castello del Drago, delle abitazioni che un tempo ne facevano parte e dei resti di un labirinto di pietra che divertirà molto i più piccoli. La sua particolare posizione al centro del lago collegato alla terraferma solo da un sottilissimo istmo, rende la visita davvero entusiasmante.

Nel secondo giorno di permanenza abbiamo pensato di girare un po’ tra i borghi e con stupore abbiamo scoperto al di là della diga un vero gioiellino… si tratta di Posticciola, una frazione di Rocca Sinibalda che assolutamente merita una sosta.

L’intero paese è un museo a cielo aperto che racconta le tradizioni contadine e artigiane del posto, ma quello che ci ha sorpreso e ci ha divertito durante tutto il cammino verso il Duomo e i resti di un fortino, sono i particolari dipinti che troviamo persino sulle cassette dei contatori di energia elettrica, davvero simpatici!

Proseguendo poi verso Rocca Sinibalda abbiamo ammirato l’imponente Castello Sforza Cesarini, visitabile solo in parte e su prenotazione (tutte le informazioni su info@castelloroccasinibalda.it). Purtroppo però noi non avevamo prenotato, ma questa sarà una buona scusa per poter tornare a visitare questi meravigliosi luoghi.

PIATTI TIPICI DEL LAGO DEL TURANO:

  • Ravioli ripieni di Ricotta di Pecora
  • Strigliozzi
  • Polenta con il sugo di pesce
  • Fettuccine al Tartufo
  • Secondi con pesce di lago come luccio e persico reale

DOVE MANGIARE:

  • ” Il Tartufo” Via Lago del Turano, Stipes
  • ” La Vigna” Via Turanense, Colle di Tora
  • Il Pescatore” Via M.Giuliani, Colle di Tora

EVENTI E FESTE:

  • FEBBRAIO: Festa del Polentone a Castel di Tora
  • LUGLIO: Sagra delle Sagne Strascinate a Paganico Sabino
  • AGOSTO: Sagra delle Fettuccine ai Funghi Porcini ad Ascrea
  • SETTEMBRE: Sagra degli Strigliozzi a Castel di Tora

NEI DINTORNI:

  • Posticciola
  • Rocca Sinibalda

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *